A14

Milano / São Paulo

2014

Realizzazione/Stampa/Tiratura Limitata/Installazione

tu sei un albero io sono un sasso

LUCA MENGONI

Realizzazione matrici e stampa di sette soggetti.

Tecnica: Maniera zucchero/ Aquatinta/ Calcografia
matrici: di ferro 80 × 100 cm acidate con solfato di rame
Inchiostri: nero Charbonnel
Carta: Hahnemuhle naturale 300g
Dimensioni: 80 ×100 cm
Tiratura: sette esemplari numerati da 1 a 5 in numeri arabi + 2 numeri romani
Stampa: al torchio calcografico Daniela Lorenzi
Atelier di appoggio: A14 e Privato
Luogo di realizzazione: A14 Milano, Italia
Luogo di presentazione:

Galleria Carlo Mazzi, Tegna – CH
5 ottobre – 9 novembre 2014
Inaugurazione domenica 5 ottobre 2014 ore 10.30

Monumento San Giovanni Battista, Gnosca – CH
12 ottobre 2014 -19 aprile 2015
Inaugurazione domenica 12 ottobre 2014 ore 18.00

‘Tu sei un albero io sono un sasso’, sotto questo titolo sono raccolte due mostre di Luca Mengoni, una alla Galleria Carlo Mazzi di Tegna, l’altra al Monumento San Giovanni Battista a Gnosca. Le due esposizioni raccolgono lavori recenti che ruotano attorno ad un nucleo centrale rappresentato dalla serie di incisioni che dà il titolo alle mostre.

Alla Galleria Carlo Mazzi sono esposte stampe e sculture. La serie di incisioni di grande formato realizzata recentemente nella stamperia di Milano A14 di Daniela Lorenzi è accompagnata dalla cartella ‘Zigurrat de braise’, con un testo di Michel Butor, realizzata con lo stampatore parigino René Tazé, tutte le altre stampe presentate nella mostra sono state realizzate nella stamperia locarnese di Franco Lafranca. In queste nuove incisioni tornano temi già presenti nell’iconografia dell’autore: farfalla, scala, albero, rosa canina, sono resi in queste stampe con un segno opaco e sottilmente oggettivo. L’essenzialità del linguaggio cela in sé, ancora una volta, la dimensione del gioco, dell’ambiguità, e del doppio senso. Le sculture sono quasi tutte iscritte nella serie tematica dedicata alla scala, i materiali sono la pietra, il legno, la cera e la ceramica.
La presentazione della mostra di Tegna è affidata allo scrittore Leo Zanier, che interverrà durante la vernice, prevista per il 5 di ottobre alle 10.30.

Nello spazio espositivo di Gnosca, Mengoni realizza una istallazione dove pochi oggetti sono posti in relazione tra loro: una scala, un scultura in pietra e una scritta al neon ‘hold on’ (tieni duro). L’elemento centrale, la scala, è realizzata con le lastre di ferro che sono servite a realizzare le stampe esposte a Tegna e portano incise le tracce delle immagini.
La mostra di Gnosca sarà presentata dal critico italiano Marco Fragonara nel corso della inaugurazione che si terrà il 12 di ottobre alle 18.00 con un intervento musicale del fisarmonicista Hans Hassler.

Luca Mengoni nasce a Bellinzona, nel 1972. Nel 1994 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Como, con una tesi sul disegno infantile. Nel 1999 conclude il terzo ciclo di studi all’Ecole Supérieure d’Art Visuel di Ginevra. Da allora lavora a Bellinzona.
Ha allestito mostre in gallerie, musei e spazi pubblici, l’ultima “il laboratorio delle metamorfosi”, con l’artista Francesca Gagliardi, al Museo comunale di Ascona e al Museo Tornielli di Ameno-I. Una mostra personale dal titolo “stelle di passaggio” è stata organizzata nel 2012 dalla rivista Cosa Mentale con l’Université de Belleville a Parigi. Tra le mostre personali ricordiamo anche: “precipizi dell’aria” al Museo della città di Lugano; “annuvolamenti” alla Galleria Balmelli di Bellinzona; “Sphinx” alla Galerie Mottier di Ginevra; “la circolazione della linfa” al Museo Cantonale d’Arte a Lugano; “Il fango dei nostri fiori” alla Galerie Mottier, Genève e numerose altre. Ha partecipato a mostre collettive in Svizzera, Italia, Francia, tra queste ricordiamo quelle: al Kunsthaus di Grenchen; al Museo Villa dei Cedri di Bellinzona; alla Galleria Balmelli, Bellinzona; al Museo d’Arte contemporanea di Lissone; allo Spazio Venti Correnti di Milano, al Mapra di Lione; al Museo Jenisch di Vevey, alla Galleria Sotto una buona stella di Locarno.
Nel 1995 gli viene attribuita la Bourse Fondation Alice Bailly a Losanna.
Numerose le collaborazioni con artisti, scrittori e musicisti, tra questi: Franco Beltrametti, Alda Merini, Fabio Pusterla, J.-M. Jaquet, Edoardo Sanguineti, Arturo Schwarz, Hans Hassler, Esther Fluckiger, Nando Snozzi.

Galleria Mazzi
Via Cantonale 40 6652 Tegna – CH
+41(0) 91 7961416 / 0041(0) 79 2193938.
[email protected] / www.galleriacarlomazzi.ch
Orari: venerdì dalle 16.00 alle 18.30
domenica dalle 14.30 alle 18.30 su appuntamento fino al 21 dicembre

Monumento San Giovanni Battista

6525 Gnosca – CH
[email protected]
Orari: accesso libero